Come funzionano i misuratori laser?

Un distanziometro laser funziona misurando il tempo che impiega un impulso di luce laser per essere riflesso da un bersaglio e restituito al mittente. Questo è noto come principio del “tempo di volo”, e il metodo è noto come misura del “tempo di volo” o “impulso”.

Principio di funzionamento

Un distanziometro laser emette un impulso di laser su un bersaglio. L’impulso si riflette poi fuori dal bersaglio e ritorna al dispositivo di invio (in questo caso, un distanziometro laser). Questo principio del “tempo di volo” si basa sul fatto che la luce laser viaggia ad una velocità abbastanza costante attraverso l’atmosfera terrestre. All’interno del misuratore, un semplice computer calcola rapidamente la distanza dal bersaglio. Questo metodo di calcolo della distanza è in grado di misurare la distanza dalla Terra alla luna nel giro di pochi centimetri. I distanziometri laser possono anche essere chiamati “range finders” o “laser range finders”.

Calcolo della distanza

La distanza tra il contatore e il bersaglio è data da D=ct/2, dove c è uguale alla velocità della luce e t è uguale al tempo di andata e ritorno tra il contatore e il bersaglio. Data l’alta velocità a cui viaggia l’impulso e la sua messa a fuoco, questo calcolo approssimativo è molto accurato su distanze di piedi o miglia, ma perde precisione su distanze molto più vicine o più lontane.

Perché i laser?

I laser sono focalizzati, intensi fasci di luce, di solito di una sola frequenza. Sono molto utili per misurare le distanze perché viaggiano a velocità abbastanza costante attraverso l’atmosfera e percorrono distanze molto più lunghe prima della divergenza (l’indebolimento e la diffusione di un fascio di luce) riduce l’efficacia del misuratore. La luce laser è anche meno probabile che si disperda come la luce bianca, il che significa che la luce laser può percorrere una distanza molto maggiore senza perdere intensità. Rispetto alla luce bianca ordinaria, un impulso laser mantiene gran parte della sua intensità originale quando viene riflesso fuori dal bersaglio, il che è molto importante quando si calcola la distanza da un oggetto.

Considerazioni

La precisione di un distanziometro laser dipende dall’impulso originale che ritorna al dispositivo di invio. Anche se i raggi laser sono molto stretti e hanno energie elevate, sono soggetti alle stesse distorsioni atmosferiche che influenzano la normale luce bianca. Queste distorsioni atmosferiche possono rendere difficile una lettura accurata della distanza di un oggetto vicino al verde o su lunghe distanze di oltre 1 chilometro in un terreno desertico. Inoltre, diversi materiali riflettono la luce in misura maggiore o minore. Un materiale che tende ad assorbire o diffondere la luce (diffusione) riduce la probabilità che l’impulso laser originale possa essere riflesso per il calcolo. Nei casi in cui il bersaglio ha una riflessione diffusa, si dovrebbe usare un distanziometro laser con un “metodo a spostamento di fase”.

Ottica di ricezione

Per garantire l’affidabilità, i distanziometri laser utilizzano un metodo per ridurre al minimo la luce di fondo. Troppa luce di fondo può interferire con la misura quando il sensore scambia una parte della luce di fondo per l’impulso laser riflesso, con conseguente falsa lettura della distanza. Per esempio, un distanziometro laser progettato per l’uso in condizioni antartiche, dove ci si aspetta un’intensa luce di fondo, impiega una combinazione di filtri a larghezza di banda stretta, frequenze del fascio diviso e un iride molto piccolo per bloccare quante più interferenze possibile dalla luce di fondo.

Applicazioni

I distanziometri laser e i telemetri hanno una grande varietà di usi, dalla cartografia allo sport. Possono essere utilizzati per creare mappe del fondo dell’oceano o mappe topografiche cancellate dalla vegetazione. Sono usati nell’esercito per fornire la distanza esatta dai bersagli per i cecchini o l’artiglieria, per la ricognizione e per l’ingegneria. Ingegneri e progettisti usano i distanziometri laser per costruire modelli 3D di oggetti. Arcieri, cacciatori e golfisti impiegano tutti i telemetri per calcolare la distanza dal bersaglio. Trovi i migliori misuratori di distanza laser sul sito https://misuratoredistanzaclick.com/.

Perché cucinare con una pentola a pressione

1. Cucinare più velocemente! – Risparmiate tonnellate di tempo

Chi vuole cucinare per ore dopo una lunga giornata di lavoro? Io no!

Cucinare con la pentola a pressione vuol dire accorciare i tempi di cottura fino a due terzi. Dovrebbero essere ribattezzate pentole veloci.

Se vivete in luoghi ad alta quota e non cucinate a pressione, iniziate ORA. Vi salverà la vita.

Per esempio, ci è voluta meno di un’ora per cuocere i fagioli secchi nella pentola a pressione rispetto alla cottura notturna + 2 o 3 ore di cottura sul fornello. Ci vogliono da 4 a 8 ore per fare lo stufato di capra in pentole lente, ma nella nostra pentola a pressione ci abbiamo messo solo 30-40 minuti. Ricadere le costole della schiena del bambino ossuto? Poco meno di 25 minuti. Oh, SI Bambino!

2. Risparmiare energia e denaro

La cottura a pressione è più efficiente dal punto di vista energetico rispetto ad altri metodi di cottura perché utilizza il vapore intrappolato per la cottura, invece di disperderlo nell’aria. Si finisce per consumare meno energia con tempi di cottura più brevi. Risparmiate proprio qui. 

Se acquistate una pentola a pressione elettrica come la pentola a pressione Instant Pot IP-DUO60 7 in 1, non avete nemmeno bisogno di acquistare altri apparecchi come la pentola lenta, la pentola di riso o la pentola a vapore.

3.Mangiare più sano

Mangiare più sano è mai stato il vostro proposito per l’anno nuovo? Era il nostro. Ecco perché cuciniamo sotto pressione. Ehi, non è mai troppo tardi per iniziare ora.

C’è un mito secondo cui il calore elevato usato nella cottura a pressione uccide le vitamine e i minerali. Non siamo affatto scienziati del cibo, ma è dimostrato dalla ricerca scientifica che il cibo cotto a pressione conserva più valore nutrizionale di quello bollente e fumante. Non solo perché il tempo di cottura è più breve, ma è in grado di intrappolare i nutrienti che fuoriescono dal vapore.

4. Mangiare meglio – sapori ricchi e cadono dalla carne con l’osso

Il calore extra alto utilizzato nella cottura a pressione favorisce la caramellizzazione e la doratura del cibo. Questo fa risaltare la profondità e i sapori complessi del cibo e crea un brodo deliziosamente ricco allo stesso tempo. Molto diverso dal normale cibo cotto al vapore. Gnam!

Uno dei motivi per cui amiamo le nostre pentole a pressione è che si può cuocere FACILMENTE umido e cadere la carne con l’osso in breve tempo. Sì, funziona su tagli di carne duri e a buon mercato!

5. Nessun odore, nessun rumore

Cucinare in una cucina calda d’estate è come allenarsi nella sauna. Cucinare con la pentola a pressione? Problema risolto.

La pentola a pressione non riscalderà la vostra cucina quando sta cucinando. Inoltre, se utilizzate una pentola a pressione elettrica, non dovete nemmeno stare in cucina mentre cucina. Perfetta per la calda estate. Conosciamo persone che usano la pentola a pressione su camper o barche. La portano anche in campeggio!

Dato che la pentola a pressione è ben chiusa quando si cucina, non dovete preoccuparvi di riempire la casa con un certo odore di cibo.

Le moderne pentole a pressione non creano molto rumore. Perfetta per le mamme che hanno bisogno di cucinare mentre il bambino dorme.

6. Cucinare la carne congelata senza scongelamento

Ci siamo già stati. Dopo una lunga giornata di lavoro, tutto ciò che si ha è carne congelata e ragazzi affamati. Non c’è tempo per scongelarsi ma non volete usare il microonde? Buttatelo nella pentola a pressione. Che salvavita. Whew.

7. Facile da usare e super conveniente

Non ci sono problemi se si cucina con una pentola a pressione elettrica. Si imposta e si dimentica. Non è necessario un babysitter. Perfetto per chi ha uno stile di vita frenetico.

Cosa si può chiedere di più quando si può mangiare cibo sano e delizioso, facile e veloce da preparare? Ecco cosa significa cucinare a pressione.

Tipologie di troncatrice: guida alla scelta

Se la sega circolare è la pietra miliare dell’officina e del cantiere, allora una troncatrice potrebbe essere la chiave di volta. Può realizzare tagli trasversali, troncature e smussi in assetto che bloccano tutto al suo posto, per così dire. Anche se le seghe da banco e le troncatrici condividono alcune funzioni, non si può sostituire l’una con l’altra. Una troncatrice esegue lavori complessi in modo più preciso e sicuro di una sega circolare – e lo fa rapidamente. È talmente maneggevole che è uno di quegli strumenti che ogni general contractor deve possedere. Quindi, se state acquistando una troncatrice, aumentate il vostro livello di conoscenza visitando il sito specializzato troncatriceclick.com.

La sega ad angolo è motorizzata ed elettrificata dalla fine degli anni ’70, ma il suo pedigree manuale esisteva già da almeno tre secoli prima. I falegnami spesso costruivano le loro scatole di mitra con il legno di scarto per tagli a 45° e 90°. Leander Langdon introdusse la prima scatola di mitria in ghisa in America, e anche se la Langdon Mitre Box Company non durò a lungo, il palcoscenico era pronto per tagli più resistenti e precisi.

Tipo di sega

Le troncatrici rientrano in tre categorie: stazionarie, scorrevoli e scorrevoli a doppio smusso (dette anche a doppio o doppio smusso). Come si può intuire, il prezzo aumenta con la raffinatezza del design di una sega. Le troncatrici composte stazionarie possono eseguire tagli a destra e a sinistra, ma i tagli con smusso in una sola direzione. Le troncatrici composte scorrevoli hanno la possibilità di spostarsi avanti e indietro lungo le rotaie. Ancora più capace è la troncatrice composta doppia scorrevole che può fare tutto ciò che le altre troncatrici possono fare, oltre a tagli conici a destra e a sinistra.

I due design scorrevoli sono i più popolari perché le guide aumentano la capacità di taglio trasversale della lama. Per esempio, immaginate una lama da taglio di 12 pollici di diametro. Se la sega non scorrevole, la massima capacità di taglio trasversale per un taglio a 90° è il diametro della lama – 12 pollici. Beh, meno di 12 pollici grazie al perno che si mette in mezzo. Ma una caratteristica di scorrimento può aumentare il taglio trasversale di diversi pollici – fino a 16 pollici o giù di lì. Per una sega da 10 pollici o più piccola, può ottenere una capacità di taglio trasversale pari o superiore a quella di un modello fisso da 12 pollici.

Come calibrare una troncatrice: Pro Tips

Ora potreste pensare di aver visto seghe che assomigliano a una sega alla mitria, ma che non hanno né la mitria né la smussatura. Queste seghe sono meglio caratterizzate come troncatrici e sono più spesso usate con dischi abrasivi per il taglio dei metalli. Mentre ci sono alcune troncatrici multiuso là fuori, la maggior parte sono dedicate al taglio del legno o al taglio dei metalli. Le troncatrici e le troncatrici sono meglio considerate come due utensili separati, dato che la maggior parte funziona a diversi regimi di rotazione e la troncatrice è sigillata per resistere ai residui di metallo caldo prodotti durante il taglio.

Ricetrasmittenti vs telefoni cellulari: quale preferire?

È vero che in alcuni casi le persone usano i telefoni cellulari al posto delle ricetrasmittenti. Tuttavia, ci sono buone ragioni per usare la ricetrasmittenti per la vostra attività:

– Quando si vuole chiamare qualcuno su un telefono cellulare al minimo bisogna premere un tasto di selezione rapida e attendere la connessione. Tra la composizione del numero e il ritardo della persona che risponde all’altro capo, può passare del tempo (se risponde). Con una ricetrasmittenti è sufficiente premere un pulsante e iniziare a parlare. In una situazione di emergenza, questa velocità potrebbe essere critica.

– Si può parlare con più utenti contemporaneamente.

– Non esiste un contratto mensile con le ricetrasmittenti. Non dovete mai preoccuparvi di superare il tempo assegnato come fareste con un cellulare.

– Le radio Icom sono costruite secondo le specifiche militari, il che significa che funzioneranno in ambienti umidi o anche dopo essere cadute sul cemento. La maggior parte dei telefoni cellulari non sono costruiti secondo questo standard.

– Le ricetrasmittenti continuano a funzionare anche in caso di disastri naturali o di gravi incidenti di sicurezza. Anche se i telefoni cellulari funzionano, la torre di telefonia mobile può essere sovraccarica con tutti coloro che cercano di fare chiamate, quindi la vostra chiamata potrebbe non passare.

– Le ricetrasmittenti rimangono sul posto alla fine della giornata, quindi possono essere utilizzate dai lavoratori a turni o di notte.

– Ci possono essere posti nella vostra azienda dove i telefoni cellulari non funzionano. Le ricetrasmittenti possono raggiungere tutte le aree della vostra azienda, quando sono installati dei ripetitori.

Quali sono i tipi di ricetrasmittenti per le aziende?

Le ricetrasmittenti sono essenzialmente disponibili in quattro tipi: portatile, mobile montata su veicolo, stazione base da tavolo e stazione base ripetitore.

– Le ricetrasmittenti portatili sono il tipo di radio walkie talkie che si vede in giro.

– Le radio bidirezionali mobili montate su veicolo montano in auto o camion e utilizzano la batteria del veicolo per l’alimentazione. Raggiungeranno una portata migliore utilizzando un’antenna montata esternamente sul veicolo.

– Le radio da tavolo della stazione base utilizzano l’alimentazione di rete e possono essere collegate ad un cavo che porta ad un’antenna esterna montata. Più alta è l’antenna montata, migliore è la portata. Le radio mobili montate sul veicolo sono spesso utilizzate come stazione base aggiungendo un convertitore di corrente alternata a quella continua

– I ripetitori Two Way Radio sono essenzialmente radio che aumentano la portata operativa del vostro sistema radio PMR. I ripetitori possono essere utilizzati per coprire aree della vostra attività in cui una ricetrasmittenti non trasmetterà o riceverà. Un ripetitore riceve la trasmissione di una ricetrasmittenti e la ritrasmette ulteriormente. Ogni ricetrasmittenti Icom per il business è in grado di trasmettere ripetitori, dalla serie a basso costo IC-F1000 alla serie di radio bidirezionali digitali avanzate IC-F3400D.

Per sapere di più sulle ricetrasmittenti visita la pagina www.ricetrasmittenteclick.com.

Cose importanti da valutare in un registratore vocale di qualità

Il cilindro del fonografo Edison (inventato nel XIX secolo) è stato il primo dispositivo di registrazione affidabile che ha reso possibile la trascrizione. In effetti, questa invenzione ha contribuito a portare la trascrizione a un nuovo livello di accuratezza mai visto prima.

Oggi i registratori vocali hanno fatto molta strada. Mentre ci sono altre opzioni sul mercato, un registratore audio vi fornirà un audio di alta qualità di riproduzione, compatto e leggero per un comodo trasporto, relativamente economico, la capacità di registrare per centinaia di ore, e può facilmente trasferire le registrazioni su un computer.

Con la varietà di dispositivi di registrazione vocale presenti sul mercato, potrebbe sembrare una sfida scegliere quello giusto per le vostre esigenze. Ne comprate uno che abbia un software di riconoscimento vocale? Di quanta capacità di memorizzazione avete bisogno? Questa guida vi aiuterà a sapere cosa cercare in un registratore vocale di qualità.

Come posso determinare il migliore per me?

In definitiva, questo dipenderà da voi e dagli scenari in cui dovrete registrare. Tuttavia, ci sono alcune domande chiave che potete porre a voi stessi per aiutarvi a trovare il miglior registratore vocale per le vostre esigenze:

In quali impostazioni registrerete?

Sarete all’esterno? All’interno?

Quanto è grande o piccola la stanza?

Come è l’acustica?

Ci saranno più altoparlanti? Avranno un microfono?

Quali caratteristiche specifiche vi faciliteranno la vita? Ad esempio, registrerete in ambienti poco illuminati o di notte? In tal caso, l’acquisto di un dispositivo con schermo retroilluminato sarà la vostra salvezza.

Perché state registrando? Avete un’idea di catturare per voi stessi o sperate di trascrivere la registrazione? Se la registrazione è solo per voi stessi, potreste essere più disposti a scendere a compromessi su alcune caratteristiche. Se voi o qualcun altro trascriverà l’audio, vorrete prestare molta attenzione alla qualità dell’audio e della riproduzione.

Con quale frequenza registrerete? 

È meglio scegliere il più economico?

In parole povere, no. Anche se ci sono molti dispositivi di registrazione sul mercato, compreso il vostro smartphone, non tutti sono creati uguali. Naturalmente, tutti saranno in grado di registrare, ma si può sentire l’audio in modalità di riproduzione?

A volte i dispositivi più economici finiscono per costare di più a lungo termine. Che sia dovuto alla bassa durata delle batterie e alla costante necessità di acquistare nuove batterie, costosi componenti aggiuntivi (come le cuffie) che possono aiutare durante una sessione di registrazione, o parti di ricambio perché il vostro dispositivo non può resistere alla normale usura, tutti questi elementi potrebbero sembrare economici ma possono rapidamente sommarsi.

In fin dei conti, il prezzo di un registratore audio dipende dalle caratteristiche che offre. Tenete a mente che un registratore con un’alta qualità audio tenderà a funzionare sul lato più costoso. Per mantenere il prezzo entro i limiti del vostro budget, vi raccomandiamo di decidere di quali caratteristiche avete assolutamente bisogno in un registratore vocale (maggiori informazioni più avanti). Questo vi aiuterà a restringere la scelta e vi darà una buona stima del prezzo. Anche se avete un budget limitato, potete comunque acquistare un registratore vocale di buona qualità.

Scopri come scegliere il migliore registratore vocale per le tue esigenze sul sito www.registratorevocaleclick.com.

Come pulire una bistecchiera

Un sandwich è un tipo di panino semplicemente delizioso che viene grigliato alla perfezione in una pressa appositamente realizzata chiamata bistecchiera. Sono panini fantastici, e la maggior parte delle persone sarebbe d’accordo sul fatto che fare un panino può essere divertente e facile. Purtroppo, pulire dopo che qualcuno che ha fatto panini tutto il giorno può essere una vera seccatura. Con tutto quello che si scioglie sul formaggio lasciato sulla griglia, la pulizia può essere difficile. Mentre è importante assicurarsi che la griglia sia pulita e strofinata a fondo, chiunque pulisca una pressa per panini deve fare attenzione a non danneggiare la superficie antiaderente. Inoltre, non è possibile utilizzare saponi o prodotti chimici pesanti, poiché possono penetrare nella superficie della griglia e rovinare la bistecchiera. Per essere sicuri che la vostra bistecchiera sia pulita a fondo senza danneggiare la superficie della griglia, abbiamo alcuni consigli utili su come pulire una bistecchiera.

Metodo di pulizia a vapore

Un ottimo modo per garantire che la superficie antiaderente rimanga priva di danni mentre si pulisce la pressa per panini è l’uso del vapore. Il calore della griglia può essere utilizzato per generare calore che creerà il vapore detergente. Per iniziare, è sufficiente accendere la griglia al livello di calore più basso. Mentre la griglia si riscalda, immergere un panno o un tovagliolo di carta completamente in acqua pulita. Assicuratevi che il panno sia completamente imbevuto, altrimenti può bruciarsi. Una volta che il panno è inzuppato e la pressa è calda, posizionare il panno bagnato su tutta la griglia e chiuderla per circa cinque minuti. Se in qualsiasi momento si sente odore di fumo, togliete subito il panno dalla pressa per panini, altrimenti lasciate che il vapore faccia la sua magia e allenti le macchie o si attacchi al cibo. Trascorsi i cinque minuti, aprite la griglia e togliete il panno umido. A questo punto potete spegnere la griglia, ma non lasciatela raffreddare troppo prima di pulirla con un altro panno imbevuto di acqua pulita.

Con il bicarbonato

Un altro ottimo modo per ottenere il vostro panini pressa scintillante pulito senza rischiare di danneggiare la superficie antiaderente è quello di utilizzare una semplice soluzione fatta con bicarbonato di sodio e acqua. Tutto quello che dovete fare è aggiungere circa due cucchiai di bicarbonato di sodio ad una mezza tazza di acqua calda. Questo dovrebbe creare una sostanza liquida che può essere versata lentamente sulla griglia del fondo del panino. Una volta che si versa la soluzione di bicarbonato di sodio sulla griglia inferiore, utilizzare un panno per pulire la soluzione in eccesso sulla piastra superiore della griglia. Una volta che la griglia è stato pulito e coperto con la soluzione, lasciate riposare per cinque o dieci minuti. Dopo che il tempo è scaduto, pulire ogni singola scanalatura sulla griglia con un panno umido fino a quando non viene via pulito.

Indipendentemente dal metodo scelto, ognuno di questi metodi si è dimostrato estremamente efficace nella pulizia e nella manutenzione anche della bistecchiera più usata. Scegli la bistecchiera migliore per le tue esigenze sul sito bistecchieraelettricaclick.com/.

Come funziona un’idropulitrice

Ecco un breve riassunto del principio di base che garantisce il funzionamento di una idropulitrice:

  • Il detersivo fluisce da una bottiglia o da un contenitore attraverso un tubo.
  • L’acqua fredda entra da un rubinetto (rubinetto) attraverso un altro tubo flessibile e viene filtrata all’ingresso.
  • Un motore elettrico o un motore diesel alimenta la lavatrice.
  • Alimentata dal motore o dal motore, una pompa dell’acqua (girante) aspira il detersivo e l’acqua e li mescola insieme. La maggior parte delle idropulitrici riscaldano anche l’acqua ad una temperatura di 50-70°C.
  • La pompa dell’idropulitrice ad acqua calda spruzza l’acqua calda e la saponata attraverso il tubo di uscita rinforzato ad alta pressione (e qualsiasi accessorio vi sia fissato). L’ugello stretto su questi attacchi aiuta ad aumentare ulteriormente la pressione del getto d’acqua. L’alta pressione del getto non solo pulisce in modo più efficace, ma significa che si spreca circa l’80% in meno di acqua rispetto a un normale tubo flessibile a bassa pressione (che è più economico se l’acqua è dosata).

Idropulitrici a pressione: procedure operative

Per avviare una idropulitrice a gas basta seguire questi semplici ma efficaci consigli in modo da non commettere errori e soprattutto utilizzare la tua macchina idropulitrice in completa sicurezza:

  • Pulire i detriti dal filtro di ingresso.
  • Collegare eventuali accessori (come questo iniettore chimico).
  • Far passare l’acqua attraverso la idropulitrice per un minuto per adescare il sistema e rimuovere l’aria.
  • Premere il grilletto della bacchetta spray per spurgare la pressione dell’acqua.
  • Tirare il cavo di avviamento per avviare il motore.

ATTENZIONE!

Le idropulitrici esercitano una pressione estrema e possono causare gravi lesioni in caso di uso improprio. Per la sicurezza, seguire queste linee guida:

Non puntare l’idropulitrice contro persone o animali domestici e non mettere la mano davanti all’ugello. Il flusso d’acqua sotto pressione potrebbe effettivamente penetrare nella pelle o causare gravi tagli.

Indossare occhiali di sicurezza quando si utilizza l’idropulitrice.

Non usare l’idropulitrice quando si lavora da scale. Una volta premuto il grilletto, il potente rinculo della bacchetta spray può farvi perdere l’equilibrio e farvi cadere dalla scala.

Mantenere una distanza minima di 6 piedi quando si spruzza acqua intorno a linee elettriche, pali o prese elettriche.

Prima di sganciare i tubi flessibili, fermate la macchina, chiudete il rubinetto dell’acqua e premete il grilletto della bacchetta spray per rilasciare tutta la pressione dell’acqua nel sistema.

Innestare il blocco di sicurezza sul grilletto quando non si sta effettivamente lavando e quando si cambiano le punte degli ugelli.

Svantaggi delle idropulitrici

Gli idropulitrici possono ottenere cose veramente pulite, ma hanno anche qualche problema:

Usano molta acqua (tipicamente 1,5-2 galloni al minuto). Quell’acqua deve allontanarsi rapidamente, quindi avrete bisogno di un buon drenaggio dove state lavorando se non volete causare un’inondazione.

Sono rumorosi (i livelli sonori sono di solito circa 75-90dBA).

Possono rendere tutto intorno a loro (te compreso!) molto sporco facendo esplodere la sporcizia in tutte le direzioni. Pensate attentamente all’ordine o alla direzione in cui lavorerete per ridurre al minimo la pulizia che dovrete fare in seguito. Scegliete saggiamente i vostri accessori per evitare di fare troppo casino e assicuratevi di indossare tute e scarpe impermeabili e protettive.

Anche se le idropulitrici sono isolate e molto sicure da usare, c’è sempre il rischio di usare l’elettricità vicino all’acqua, quindi assicuratevi di lavorare con un RCD a meno che non stiate usando una macchina a benzina.

Le idropulitrici sono strumenti smussati, non sempre adatti alla pulizia di apparecchi e raccordi delicati. Usate nel modo sbagliato, possono danneggiare il pavimento in legno e penetrare nelle guarnizioni indebolenti delle vecchie finestre, rendendole più soggette a perdite o (nel caso dei doppi vetri) ad “appannamento”. Se non siete sicuri, provate prima la vostra rondella su un’area poco appariscente – e usatela con un’impostazione a bassa potenza (o con un ugello largo) prima di aumentare la potenza (o usando un ugello più stretto) una volta che ritenete che sia sicuro farlo.

Termometri: come prendere la temperatura

Una lettura accurata della temperatura di una persona è uno strumento fondamentale nella gestione della malattia. Ecco i diversi tipi di termometri e le modalità di utilizzo, insieme alle informazioni su quando è il momento di chiamare il proprio operatore sanitario. Per altre informazioni sui termometri puoi invece consultare il sito specializzato termometroclick.com/.

Perché dovrei prendere la mia temperatura?

Controllare la temperatura del proprio corpo con un termometro è un modo semplice per vedere se è presente la febbre. La febbre, che è un aumento della temperatura corporea, è solitamente causata da un’infezione. Anche se le febbri possono essere scomode, sono un segno che il corpo sta combattendo l’infezione.

Ci sono molti tipi diversi di termometri che si possono usare per misurare la temperatura. Quando si utilizza qualsiasi tipo di termometro, assicurarsi di leggere e seguire le istruzioni fornite con il termometro. Se il vostro termometro utilizza batterie, controllatele. Potreste notare che le batterie scariche danno letture incoerenti.

Cos’è una normale temperatura corporea?

La temperatura corporea normale è di circa 98,6 gradi Fahrenheit (°F) o 37 gradi Celsius (°C). La temperatura normale varia spesso da 1° a 2°F (½° a 1°C). Una temperatura normale è di solito più bassa al mattino e aumenta durante il giorno. Raggiunge il suo massimo nel tardo pomeriggio o la sera.

Quale temperatura è considerata febbre?

Negli adulti, una febbre è considerata come una temperatura di 100,4°F (38°C) o superiore. Potete curarla a casa con un farmaco riduttore della febbre e dei liquidi per sentirvi più a vostro agio, oppure lasciarla scorrere. Ma se raggiunge i 38,8°C (102°F) o più e il trattamento a casa non lo fa scendere, chiamate il vostro operatore sanitario.

Che tipo di termometro devo usare per misurare la temperatura?

Un termometro digitale è il modo più preciso e veloce per misurare la temperatura. I termometri digitali sono disponibili nella maggior parte delle farmacie e delle farmacie dei supermercati. A seconda di dove si acquista, un termometro digitale può costare da 6 a 20 dollari. Assicuratevi di seguire le istruzioni della confezione mentre usate qualsiasi termometro.

Termometro digitale per prendere la vostra temperatura

Termometro digitale

Come si usa un termometro digitale?

Un termometro digitale può essere utilizzato in tre modi diversi. Questi includono:

Orale: Per questo metodo, il termometro viene posizionato sotto la lingua. Questo metodo viene utilizzato per adulti e bambini dai 4 anni in su che sono in grado di tenere il termometro in bocca.

Rettale: Per questo metodo, il termometro viene inserito delicatamente nel retto. Questo viene fatto per lo più nei neonati, ma può essere usato nei bambini fino a 3 anni di età. Si possono prendere le temperature rettali nei bambini di età superiore ai 3 anni, ma potrebbe essere difficile tenerli fermi quanto basta.

Ascellare: Per questo metodo, il termometro viene posizionato nell’ascella per bambini piccoli o adulti la cui temperatura non può essere fatta in modo sicuro per via orale. Questo metodo non è preciso come quello orale o rettale, ma può essere utilizzato come primo controllo rapido. Si può seguire con una lettura orale o rettale.

Altri tipi di termometri (bambini e adulti):

Timpanico (orecchio): Questo tipo di termometro misura la temperatura all’interno dell’orecchio leggendo il calore infrarosso che vi si trova. Per ottenere risultati ottimali, assicurarsi di seguire le istruzioni sul dispositivo per il corretto posizionamento della punta. Per i neonati più grandi e i bambini, i termometri auricolari possono essere più rapidi e facili da usare. Tuttavia, non sono raccomandati se il vostro bambino ha tre mesi o meno. Non devono essere usati se il bambino ha troppo cerume o se ha mal d’orecchi.

Termometro auricolare (timpanico)

Arteria temporale (fronte): I termometri per la fronte sono usati anche per misurare la temperatura, ma potrebbero non essere affidabili come i termometri digitali e di solito sono più costosi. Sono posizionati sull’arteria temporale della fronte e misurano il calore infrarosso che si stacca dalla testa.

Come scegliere la migliore friggitrice

Sul mercato c’è un buon numero di friggitrici tra cui scegliere. Vi sarà più facile identificare la migliore friggitrice che fa per voi se prima considerate alcuni fattori chiave che definiscono ciò che volete ottenere.

Capacità

Pensate a che tipo di quantità volete che gestisca la vostra friggitrice. Se avete intenzione di usarla principalmente per gli spuntini di festa come ali di pollo o formaggio fritto, ne avrete bisogno solo per sfamare i vostri parenti più stretti, o vorrete quantità che soddisfino i vostri ospiti alle feste più grandi? In quest’ultimo caso, una piccola friggitrice vi permetterà di cucinare più a lungo le quantità desiderate.

Se volete friggere oggetti più grandi come polli interi o tacchini, avrete bisogno di una friggitrice in grado di gestire uccelli delle dimensioni che probabilmente acquisterete. Una partita di patatine fritte sarà facile da inserire in una piccola friggitrice da banco, un tacchino da 15 libbre, non tanto. Troverete anche friggitrici che vengono fornite con cestini multipli in modo da poter friggere diversi alimenti contemporaneamente. In questo modo, se volete ali di pollo e zucchine fritte alla vostra festa, potete fare entrambe le cose senza bisogno di altro tempo.

Costo

Potresti voler avere un budget prestabilito per la ricerca in modo da sapere quali opzioni prendere in considerazione. Le scelte più convenienti sarebbero le friggitrici elettriche più piccole, ma hanno senso solo se si adattano alle vostre esigenze. I modelli elettrici più grandi, le friggitrici a propano e la friggitrice ad aria calda hanno un costo compreso tra i 100 e i 200 dollari, e probabilmente vi troverete a voler acquistare alcuni accessori per fare tutto ciò che volete.

Sicurezza

La sicurezza deve essere una delle principali preoccupazioni per chiunque acquisti una friggitrice. Mentre tutti i vostri altri elettrodomestici da cucina possono causare un certo rischio di incendio se non state attenti, la frittura è particolarmente sensibile e soggetta a incendi. Se questo vale per la friggitrice, la frittura di un tacchino intero in una friggitrice a propano comporta un livello di rischio completamente nuovo. C’è un motivo per cui il giorno del Ringraziamento è il giorno in cui si verifica la maggior parte dei fuochi di cottura. I video di incendi causati dalle friggitrici proliferano su YouTube se avete bisogno di altre prove.

La scelta

Una friggitrice elettrica è più sicura, ma presenta comunque dei rischi. L’olio può bollire o diventare abbastanza caldo da bruciare se non si sta attenti. Le friggitrici elettriche sono dotate di utili dispositivi di sicurezza, come la funzione di spegnimento automatico che si attiva ogni volta che l’olio raggiunge una temperatura non sicura, o un cavo di rottura che si stacca dalla friggitrice se il cavo è disturbato, piuttosto che rovesciare il tutto.

Un sacco di sicurezza della friggitrice ha meno a che fare con le caratteristiche che con l’uso. Leggete le istruzioni che vengono fornite con la friggitrice e seguitele alla lettera. Non riempite troppo l’olio – è facile sottovalutare quanto spazio occuperà il vostro cibo, ma l’olio versato è uno dei componenti più pericolosi della friggitrice. Tenete sempre sotto controllo la temperatura, in modo da non rischiare un’esplosione. Non abbassate mai il vostro cibo in una friggitrice a fiamma libera. L’olio versato più una fiamma aperta è una cattiva equazione. E oltre a tutto questo, tenete a portata di mano un estintore, tanto per stare attenti, soprattutto se usate una friggitrice a propano.

Tipi di utilizzo

Come probabilmente è diventato chiaro da questo punto della guida, ciò per cui pensate di usare la vostra friggitrice avrà un ruolo significativo in cui dovreste andare. Preparare piatti come patatine fritte e sottaceti fritti è un compito molto diverso dal friggere un tacchino di vacanza. In quest’ultimo caso, probabilmente vorrete scegliere una friggitrice a propano con una friggitrice a propano di grande capacità. Nel primo caso, una friggitrice elettrica più piccola può benissimo bastare.

Miglior scopa elettrica per pavimenti e tappeti

La scelta della migliore scopa elettrica deve essere effettuata in base alle proprie esigenze ma anche in base alle le superfici da pulire. Ci sono particolari esigenze di pulizia al di sopra del pavimento che potrebbero richiedere accessori speciali, come soffitti alti, apparecchi di illuminazione elaborati, ventilatori a soffitto, collezioni speciali, ecc. Se è così, dovete essere sicuri che l’aspirapolvere abbia la portata, la flessibilità e gli strumenti per fare questi lavori.

Pavimenti

Ma l’uso principale dell’aspirapolvere sarà quello di pulire i pavimenti. Se la vostra casa ha delle scale, un contenitore è il tipo di aspirapolvere consigliato. Un montante non è progettato per pulire le scale da solo. E, anche con gli accessori, tentare di pulire le scale con un montante è imbarazzante. Si può fare, ma i risultati sono generalmente scarsi, perché non si può usare la spazzola girevole di un montante sui gradini delle scale, una zona ad alto traffico.

Se non avete scale, e se la vostra casa è principalmente in fibra sintetica (nylon, olefina o poliestere), una moquette da parete a parete, un montante con capacità di pulizia del pavimento liscio e gli accessori necessari per pulire sopra le superfici del pavimento è una buona scelta.

Tuttavia, molte case oggi presentano una combinazione di pavimenti lisci in una varietà di materiali, tappeti di zona e alcune moquette da parete a parete. In queste case (o in quelle con le scale) una bomboletta fornirà i migliori risultati. Quale tipo di bomboletta dipende dal tipo di traffico e dal tipo di terreno da pulire, oltre che dalla fibra dei tappeti e delle moquette della casa?

Tappeti

La quantità di traffico e il tipo di suolo della moquette è un fattore importante nella scelta dell’aspirapolvere. La maggior parte dei terricci per moquette arriva sulle scarpe delle persone e degli animali domestici che entrano in casa. Se avete una casa piena di bambini e animali domestici, avrete più terra per moquette che viene portata in casa.

L’80% del suolo della moquette è un terreno asciutto con bordi taglienti che, lasciato nella moquette e calpestato, funge da carta vetrata per abradere e piegare le fibre. Questo si traduce nell’apparizione di tappeti “sporchi” lungo i principali schemi di traffico. In realtà, non si tratta di sporco, ma del modo in cui le fibre piegate e danneggiate assorbono la luce invece di rifletterla. Questo fa sì che i tappeti siano “brutti” molto prima che si consumino. Quindi è importante scegliere l’aspirapolvere giusto in base alla quantità di traffico e ai tipi di terreno incontrati, e usarlo regolarmente per ridurre la possibilità di fibre danneggiate.

Se si dispone di tappeti e/o moquette in fibra sintetica e di un traffico elevato e il conseguente carico di sporco più pesante, scegliere un aspirapolvere con setole aggressive sulla spazzola girevole. Gli aspirapolvere con setole dense e rigide e con funzione di battitore (ci sono molti modelli che lo fanno) sono eccellenti per portare questi terreni asciutti dal vello della moquette dove possono essere spazzolati dalla superficie della moquette e aspirati via con l’aspirapolvere.

Un altro terreno secco che non abrade le fibre ma è uno dei più pervasivi è il pelo di cane e gatto. Il pelo del gatto si rimuove al meglio utilizzando una spazzola rotante con spazzole rigide e fitte.

Se la vostra casa è poco trafficata e non presenta particolari condizioni di sporco, potete scegliere un aspirapolvere meno aggressivo e mantenere la vostra casa perfettamente pulita. Tuttavia, la regola generale è quella di scegliere l’aspirapolvere più aggressivo che il vostro tappeto e le fibre del tappeto possano tollerare in modo sicuro.